le cupcake quotidien

le cupcake quotidien
photo Wanda Kujacz

lundi 19 novembre 2012

Il corpo sa tutto?


 
Mi é sempre piaciuto il titolo del libro di Banana Yoshimoto; é molto tempo che non lo leggo e onestamente non ricordo bene la trama, ma ultimamente quel titolo mi torna in mente. Il corpo o la mente, l’istinto o la razionalità ? chi ha la meglio.. chi vince questa battaglia? quest’estate camminando per le montagne trentine ho imparato a distinguere qualche fiore velenoso e mi é stato detto che le adorabili mucche evitano i fiori velenosi. Eppure non hanno mai letto libri di botanica. Ma loro lo sanno, il loro corpo sa cosa fa bene e cosa fa male. A volte mi sembra che il nostro istinto sia soffocato da una lunga lista di conoscenze piu o meno valide che ci siamo incollati addosso. Impauriti dalla nostra stessa storia che troppe volte ci ha lasciato a mani vuote restiamo troppo spesso immobili, persi in eterne riflessioni, incapaci di ascoltare il nostro corpo che forse, naturalmente, seguirebbe la famosa corrente della quale parla Haruki Murakami in « l’uccello che girava le viti del mondo »

Oggi mi sono sentita come quando andavo alle elementari e giocavo con la mia amichetta Federica ai giochi piu semplici e fantasiosi che le nostre piccole menti potessero partorire. Si parla molto della fine del mondo e l’altro giorno una cliente del ristorante ha detto di voler morire accanto al marito e al figlio. Sono rimasta un po’ di sale, mi dispiacerebbe se tutte le emozioni finissero cosi e poi non voglio che finisca proprio nulla. Quindi sono andata a perlustrare un vecchio bunker che ora viene utilizzato come cantina, pensando di potermela cavare cosi, con due metri di cemento armato (gia pensavo ai rifornimenti di merendine e succhi di frutta) poi quando l’ho visto ho capito che neanche quello potrebbe salvarci dalla fine del mondo e forse sarebbe meglio farci una bella festa mascherata li dentro cosi esorcizziamo tutta questa paura. E proprio come nel racconto « apocalisse » nell’ultimo libro di Niccolo Ammaniti dobbiamo pensare che la vita é meravigliosa e gustarne ogni secondo prima che, forse, sia troppo tardi. E gia perché é proprio vero che il corpo sa tutto, ma la ragione, purtroppo, lo ha dimenticato.

Aucun commentaire:

Enregistrer un commentaire

Remarque : Seul un membre de ce blog est autorisé à enregistrer un commentaire.